", "" ] }

  • Italiano
  • English
  • Deutsch

guide

  • La scelta dell'occhiale perfetto per il proprio viso

    La scelta dell'occhiale, oltre al proprio gusto e stile personale, dovrebbe essere fatta a seconda della forma del viso, del taglio di capelli e del colore della propria carnagione. Gli occhiali sono un elemento che, posto orizzontalmente sul volto, tende a spezzare e a modificare il nostro viso, modificando la percezione dello stesso a chi ci guarda.

    La scelta dell'occhiale a seconda della forma della montatura è molto importante perché può esaltare le caratteristiche del volto e, al contempo, camuffare i “difetti” arrotondando le linee laddove sono più spigolose e viceversa.

    Vediamo quali forme di occhiale sono maggiormente adatte alle varie tipologie di viso.

    Viso tondo
    Occorre snellire il volto utilizzando montature lunghe e strette. Per un viso tondeggiante sono consigliate montature dalla forma quadrata o rettangolare. E’ una forma che richiede occhiali che diano l’illusione ottica di un viso più lungo. Da evitare forme troppo piccole o tondeggianti.

    Viso ovale
    E’ la forma del viso più regolare che permette la più ampia scelta di forma di montatura degli occhiali.

    Viso triangolare
    Fronte larga e mento stretto. Occorre ammorbidire la linea della fronte ampia utilizzando montature leggermente rialzate sulle tempie, occhiali con lenti ampie, evitando quelle rettangolari. La forma da gatto (cat-eye), asimmetrica, tende ad armonizzare il volto accompagnandone le linee naturali.

    Viso lungo e stretto
    Fronte alta, zigomi stretti. Le forme migliori sono quelle rotonde ed ovali che interrompono i contorni allungati del volto, senza però superare eccessivamente la larghezza del volto stesso. Consigliati occhiali grandi, che coprono parte delle guance e della fronte, con montature importanti, che tendono, per contrasto, ad allargare il viso.

    Viso quadrato
    Il viso quadrato preferisce montature sottili, ovali o tonde, allungate e dai contorni arrotondati. Queste forme tendono ad ammorbidire le linee spigolose del volto. Sconsigliate le forme squadrate.

    Visi trapezoidali
    Fronte stretta e mascella larga. Occorre dare maggiore apertura e luce alla zona della fronte (più stretta); sono da evitare le montature con forme che si allargano nella parte inferiore.

    Visi piccoli e tratti minuti
    Per chi ha un viso piccolo e dai tratti minuti, sono consigliate montature di dimensioni ridotte, in modo da incorniciare appena gli occhi. Montature troppo ampie e importanti nasconderebbero il volto di chi le indossa celando le linee leggere, caratteristica principale di questi volti.

    Naso grande
    Sono consigliate forme ampie, con montature spesse, in modo da contrastare la forma del naso e nello stesso tempo esaltare le caratteristiche del volto.

    Naso piccolo
    Sono consigliate forme sottili, con montature non eccessive, da portare alti sul naso, per allungarne la forma . Consigliate montature chiare.

    Capelli lunghi o corti
    Sotto i capelli lunghi , le forme ideali sono quelle allungate: rettangolari o ovali. Sono consigliate le montature sottili e colorate. Il capello corto, In base alla forma del volto, rende più luminoso il viso, è si adatta anche alle forme più originali.
    Un ultimo consiglio: se si portano i capelli lunghi provare a indossare la montatura sia con i capelli sciolti sia con i capelli raccolti.

    Il look fa la differenza!

    scelta dell'occhiale a seconda della forma del viso


  • Prendersi cura degli occhi. Consigli e accorgimenti

    La vista è il principale mezzo con cui si percepisce il mondo circostante e i nostri occhi sono lo strumento che abbiamo per analizzare ogni situazione. E’ quindi molto importante avere massima cura degli occhi. Non tutti sono cosi attenti alla protezione di questo importantissimo organo dando per scontati o ritenendo “banali” consigli e piccoli accorgimenti che possono senza dubbio migliorare la cura e la protezione dei nostri occhi.
    Abitudini non corrette, e la sottovalutazione di molte conseguenze, sono la maggiore causa di danni a scapito dei nostri occhi.
    Recenti statistiche hanno evidenziato che i principali errori sono:

    1 . Non Indossare occhiali da sole
    L'esposizione ai raggi UV danneggia la retina e aumenta il rischio di “nuvolosità” del tuo occhio , conosciuta anche come cataratta. Recenti studi hanno dimostrato, come confermato dal dottor Vinay Aakalu, MD, assistente professore di oftalmologia e oculare chirurgia plastica facciale presso la University of Illinois di Chicago, che i raggi UV, nocivi, aumentano le probabilità di ammalarsi di cancro della pelle delle palpebre.
    L'eccessiva esposizione ai raggi solari può anche sviluppare cheratiti ultraviolette - scottature sull’epitelio della cornea (la parte esterna trasparente dell'occhio) - che possono accadere sciando o anche in una cabina abbronzante, se non vengono utilizzati degli occhiali con protezione specifica.
    Il non utilizzo di occhiali da sole con la giusta protezione causa affaticamento causando anche dolore, visione offuscata, ed eccessiva lacrimazione; sintomi che possono manifestarsi anche molte ore più tardi.

    2. Errato utilizzo delle lenti a contatto
    Molti oculisti e i medici specialisti del settore consigliano di utilizzare lenti a contatto giornaliere : il continuo ricambio delle lenti garantisce all’ occhio di essere sempre a contatto con un prodotto nuovo e nelle condizioni ottimali.
    Non conviene indossare le lenti a contatto sotto la doccia , nelle vasche idromassaggio , in piscine o durante il bagno in mare . Per garantire agli occhi di ricevere abbastanza ossigeno , non bisognerebbe dormire con le lenti indossate .
    Inoltre , è consigliato ed è buona norma, prima di ogni acquisto, contattare il proprio ottico di fiducia che può indicare quale prodotto è quello più consono alle proprie esigenze, riducendo il rischio di infiammazioni e infezioni : "La lente a contatto potrebbe aderire all’occhio come una ventosa , quindi, la rimozione, potrebbe causare piccoli graffi sulla cornea portando allo sviluppando di batteri sulla ferita”.

    3. Scelta di occhiali non adatti
    Utilizzare gli stessi occhiali per tutte le attività della giornata non è la scelta giusta e potrebbe causare affaticamento e offuscamento della vista.
    La scelta della montatura e della giusta protezione della lente riduce sensibilmente lo stress dell’occhio che deve adattarsi ai continui cambi di luce.
    Prima di tutto, bisogna scegliere la corretta misura della propria montatura: un occhiale che si adatta perfettamente al volto consente all’occhio di essere allineato al centro della lente (soprattutto con lenti graduate).
    Utilizzare lenti troppo scure, in situazioni di scarsa illuminazione, o utilizzare lenti molto chiare, con indice di protezione minimo, in condizioni di luce intensa, costringe l’occhio a sforzi prolungati causando un eccessivo affaticamento a fine giornata.
    E’ consigliato quindi di cambiare il livello di protezione delle lenti a seconda delle attività svolte: in ambienti scarsamente illuminati e con condizione di luce bassa possono essere utilizzate lenti chiare, sfumate con indici di protezione bassi mentre, durante attività e sport all’aperto, in ambienti con elevato riverbero e riflesso (mare, montagna, sulla neve,…), caratterizzati da luce molto intensa, è necessario utilizzare occhiali che forniscano una adeguata protezione e che blocchino l’eccesso di luce che raggiunge l’occhio.

    4. Scarsa manutenzione delle montature e delle lenti
    Tutte le montature, con il tempo, a causa del continuo uso, perdono le loro caratteristiche ottimali o si danneggiano. Le cerniere possono smollarsi e le astine possono piegarsi causando, come principale conseguenza, che gli occhiali diventino “scomodi “ da indossare. Nei casi più semplici, la regolazione della montatura o la sostituzione delle aste può risolvere molti problemi.
    Le lenti si sporcano e si graffiano riducendo la qualità di visione.
    Una pulizia regolare, con gli appositi panni (a loro volta, ovviamente, puliti) forniti di solito con l’occhiale, garantisce maggior chiarezza eliminando la polvere e le eventuali “ditate” lasciate sulle superfici.
    Per evitare graffi sulle lenti è consigliato riporre gli occhiali, dopo l’uso, nelle proprie custodie protettive.
    I graffi, oltre a danneggiare le lenti, riducono sensibilmente la visione e risultano essere molto fastidiosi soprattutto in condizioni di luce intensa (risaltano le increspature e si creano ulteriori riflessi davanti agli occhi).
    Quando gli occhiali sono vecchi e/o particolarmente danneggiati, è consigliato l’acquisto di un nuovo modello.

    Informarsi , prima di ogni acquisto, è molto importante.
    Consulta le guide Myframesaver:
    http://www.myframesaver.it/come-scegliere-la-tua-montatura
    http://www.myframesaver.it/mfs-blog/opzioni-lenti-per-occhiali-da-sole-oakley/
    http://www.myframesaver.it/mfs-blog/guida-alla-scelta-delle-lenti-ray-ban/
    http://www.myframesaver.it/mfs-blog/guide-pulire-gli-occhiali-da-sole-e-da-vista/

     

    prendersi cura degli occhi


  • Guide: pulire gli occhiali da sole e da vista

    pulire gli occhiali

    Quando si puliscono gli occhiali da sole e da vista c'è sempre il rischio di graffiare o rovinare le lenti. Spesso, per distrazione o abitudine, tendiamo ad utilizzare fazzolettini di carta o di tessuto che non sono adatti a pulire le lenti e che, per colpa della ruvidezza o di particelle di sporco, possono intaccare il film protettivo che riveste la lente e rovinarla.

    Come si possono quindi pulire gli occhiali da sole e da vista in sicurezza? In commercio esistono tantissimi prodotti specifici utili per tenere puliti i nostri occhiali, tra questi troviamo liquidi e fazzolettini morbidi comodissimi da portare sempre con noi in ogni momento della giornata.

    Lo strumento migliore per pulire gli occhiali è di certo il classico panno in microfibra, poiché deterge con pochi passaggi le lenti senza rischiare di graffiarle e riesce a togliere tracce di impronte, unto e lo sporco.

    E' importante pulire con regolarità gli occhiali, passandoli prima sotto l'acqua corrente per rimuovere polvere o altre particelle che possono trovarsi sulle lenti. Non è necessario usare acqua molto calda, andrà bene che sia tiepida. Si può anche usare un sapone neutro e poi strofinare delicatamente il panno in microfibra sulle lenti.

    Non dimenticate di pulire con lo stesso procedimento anche la montatura degli occhiali, insistendo in particolare sulle zone più delicate e più esposte allo sporco e all'unto, come ad esempio le parti più vicine all'attaccatura dei capelli.


3 Prodotti

Naviga su Myframesaver.it e trova i tuoi nuovi occhiali da sole 2015 e occhiali da vista con lenti oftalmiche